Pur non essendo un esperto di fumetti, devo dire che ho trovato davvero molto interessante Roma Fumetti&Comics, manifestazione organizzata dall’Associazione Irideventi presso la Casa delle Cultura di Villa De Sanctis a Roma. Ho potuto apprezzare sia l’area esterna dell’evento, in cui vi erano vari spazi vendita per gli acquisti, che l’area interna dove erano allestite molte opere (alcuni fatte dagli allievi della Scuola Internazionale di Comics) ed altre realizzate da apprezzati ed affermati autori.

alessandro botteroAvevo l’impressione di trovarmi a casa mia, perché sia la presidentessa dell’Associazione, Daniela Molina, che i i suoi collaboratori guidavano i visitatori in maniera gentile ed intelligente all’interno degli spazi della manifestazione. Appena sono arrivato ho assistito e partecipato ad un dibattito tenuto da Alessandro Bottero (editore, sceneggiatore, direttore di magazine, collezionista e critico) mente assai brillante, colta ed ironica che mi ha introdotto in maniera soft nel mondo dei fumetti. Dopo Bottero ho avuto un breve ma significativo incontro con i cosplay e poi ho assistito alla presentazione di una nuova opera manga da parte della casa editrice Teke eket.

Successivamente mi sono spostato nella saletta autori dove ho potuto apprezzare i disegni di Pierpaolo Pasquini ed ascoltare i consigli che lo stesso Pasquini e Renato Umberto Ruffini davano ai giovani autori.

Poco dopo ho incontrato Maurizio Monteleone autore della graphic novel “Vermicino, l’incubo del pozzo” in cui racconta la storia di Alfredo Rampi e gli ho chiesto cosa deve avere un aspirante fumettista per riuscire a fare questo lavoro. Lui mi ha risposto in maniera semplice quanto efficace: deve sempre voler disegnare…

Così è finita la mia giornata a Roma Fumetti&Comics. Una gran bella giornata.