Creare un gioco in sole 48 ore. E’ la sfida estrema lanciata dal Global Game Jam Roma, in svolgimento nella Capitale proprio in questo week-end (fino a domenica sera).

Nella bella cornice del Tempio di Adriano (in piazza di Pietra), si sono dati appuntamento un centinaio di giovani e giovanissimi provenienti da tutto il mondo, per mettere alla prova le loro capacità di ideare, sperimentare e creare giochi. Se a qualcuno potrebbe sembrare fin troppo facile, aggiungiamo che ogni anno l’edizione ha un tema principale che viene svelato ai partecipanti soltanto all’apertura della manifestazione e che ogni gioco deve avere almeno un elemento inerente al tema.

I mezzi che hanno a disposizione i partecipanti sono: i loro pc, il loro software e tutti gli apparecchi che ritengono utili per sviluppare la propria idea. Contando su questo “arsenale” devono dar corpo e vita ad un gioco che sia bello, originale e divertente…in sole 48 ore!! (beh, almeno, per i più “coraggiosi” c’è la possibilità di dormire direttamente sul posto).
Il progetto, infine, nato senza finalità di lucro (e sponsorizzato da importanti aziende informatiche), prevede che ogni gioco venga rilasciato con licenza Creative Commons 3.0, ovvero che i giochi creati possano essere condivisi e diffusi in tutto il mondo, gratis.