E’ un vero peccato vedere Tim Burton girare un film carino, convenzionale ma senza il suo inconfondibile tocco personale che ormai manca da troppo tempo …
Lo ammetto: mi aspettavo molto da “Big Eyes” e le aspettative spesso sono una grande fregatura.
E’ una storia vera. Una pittrice di talento (Margaret Keane, interpretata con grande passione da Amy Adams) dopo aver lasciato il marito si trasferisce con la figlia a San Francisco per cominciare un’altra vita. Qui conosce Walter Keane (un’eccezionale Christoph Waltz), un fascinoso ed intraprendente pittore che la conquista e la sposa.
E dopo il matrimonio iniziano i problemi…
Il film è molto attuale. La protagonista, di fronte ad un uomo che la plagia in maniera evidente, si trova tra due fuochi: ribellarsi ed andarsene (come aveva già fatto col primo marito) oppure rimanere con lui per consentire alla figlia di avere una sicurezza economica ed una stabilità familiare.
E non è una scelta facile… anche se dall’esterno le cose sembrano sempre più semplici.
Colonna sonora del grande Danny Elfman, in questo caso sottotono.
Molto bella la canzone “Big Eyes” cantata da Lana del Rey.

giudizio complessivo: 6.5