I fan della Marvel di tutto il mondo piangono la scomparsa del fumettista statunitense all’età di 95 anni.

Stan Lee, il creatore di Spiderman, di Hulk e di tutti i supereroi della Marvel, è morto lo scorso 12 novembre. Uno shock per coloro che da sempre seguono le avventure dei personaggi da lui stesso creati. Fin da subito la notizia della sua scomparsa ha fatto il giro del mondo, riempiendo i social network di messaggi commossi da parte di sostenitori, amici e conoscenti del fumettista.
La storia Stanley Martin Lieber, vero nome di Stan Lee, inizia a New York. Da ragazzo si ritrova a lavorare presso la Timely Comics (diventata in seguito Marvel Comics) come addetto alle copie. Il suo primo lavoro fu un riempitivo su un numero di Capitan America del 1941, dove si firmò per la prima volta con lo pseudonimo di Stan Lee. Quello fu l’inizio della sua lunga carriera come sceneggiatore e fumettista di supereroi.

All’indomani della sua scomparsa, in tanti hanno voluto esprimere il loro sentimento d’affetto verso di lui. Primo fra tutti Robert Downey Jr, volto di Iron Man nei film Marvel: su instagram l’attore ha pubblicato una foto con Stan Lee scrivendo semplicemente “Devo tutto a te, riposa in pace”. Chris Hemsworth‏ ha pubblicato uno scatto ironico del fumettista con l’elmo e il martello di Thor esprimendo il suo sostegno alla famiglia. Mentre Chris Evans lo ha ricordato con un tweet carico di affetto e di ringraziamenti per ciò che ha creato. Come loro, tanti altri tra attori e gente comune hanno voluto salutare il papà dei supereroi, l’artefice di tante storie di avventure.
Tra i tanti messaggi di cordoglio, un fan ha voluto omaggiare l’artista con un tweet, legato all’ultima scena di Avengers Infinity War: “Thanos ha schioccato le dita e anche Stan Lee non è più tra noi. Grazie maestro, hai dato forma e vita alle nostre fantasie”. Il finale ideale per celebrare l’ultimo vero supereroe dei nostri tempi.