Prendete un grande cast: Daniel Craig, Ralph Fiennes, Javier Bardem, Judi Dench, Albert Finney. Aggiungeteci una bella canzone interpretata da Adele, una regia d’autore (Sam Mendes, premio oscar per American Beauty) ed un personaggio mitico come James Bond.

Cosa avrete alla fine?

Un film così così, in cui a parte uno splendido inizio e le interpretazioni degli attori, non c’è molto da salvare. Manca di originalità, lo spessore dei personaggi non è profondo come ci si aspetterebbe da un regista come Mendes e ci sono scopiazzature clamorose da altri film di successo degli ultimi anni che uno spettatore un pochino attento noterà subito.

Può darsi che essendo un fan di Bond molto accanito, io sia troppo critico nei confronti di questa pellicola. Poi però mi chiedo: quali sono gli elementi che rendono questo personaggio unico nel suo genere, inimitabile?Perché ci troviamo di fronte alla più lunga saga cinematografica della storia?

Semplice. 007 è un cocktail formidabile di ironia, azione, eleganza, gusto, ambientazioni esotiche, invenzioni geniali, donne splendide, cattivi memorabili. Tutte queste caratteristiche lo hanno reso fino ad ora “immortale” e molte di esse in “Skyfall” mancano… in più con tutti questi grandi nomi poteva uscire fuori il più bel Bond di sempre….peccato.

Spero solo che nel prossimo film della serie i produttori siano più “attenti”.

Giudizio complessivo: 6.5