In occasione della Giornata mondiale del libro, il 23 aprile, si è svolta a Padova una sentita e partecipata cerimonia di premiazione della seconda edizione del Premio di poesia giovanile intitolato a Francesca Randi, giovanissima figlia di Alessandro Randi, ideatore della scuole “Raggio di Sole” per bambini vittime di disagio, morta di tubercolosi nel 1905.

premiazione del concorso di poesia giovanile francesca randi

seduti al tavolo, da sinistra a destra, Monica Serena, Francesco Arnau, Rodolfo Vettorello, Francesco Pavan

Il Concorso di Poesia Francesca Randi nasce l’anno scolastico 2010 – 2011 per iniziativa di alcuni insegnanti dell’XI Istituto Comprensivo Antonio Vivaldi  di Padova, tra cui Monica Serena ed Elvia Cazzaro, responsabili del progetto. Quest’ultimo è portato avanti per evidenziare il valore della scuola pubblica come centro di cultura e sperimentazione di diversi linguaggi: laboratori artistici, di teatro, di lettura e scrittura. Laboratori supportati da una fornita biblioteca interna dotata di testi di divulgazione storica e scientifica, di letteratura e altro, di cui i bambini possono liberamente usufruire tramite il prestito o la consultazione, compiendo esperienze quotidiane di contatto forte e costante con il libro.

In questo contesto, la poesia, così poco praticata nelle scuole se non per essere “mandata a memoria” o studiata come genere testuale non sempre a misura di bambino, è stata intesa come mezzo espressivo congeniale ai bambini, in grado di esprimersi attraverso il pensiero poetico che può assumere forme non sempre canoniche, ma intense e profondamente significative.

Il concorso ha coinvolto gli alunni dei vari ordini di scuola dell’XI Istituto Comprensivo (scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo grado, CTP – Centro Territoriale Permanente) ai quali è stato chiesto di produrre  poesie, rime e filastrocche con argomento “Io e la mia Città”, in coincidenza con quello del piano dell’offerta formativa relativo all’anno scolastico in corso. La risposta da parte degli studenti -dicono gli organizzatori- è stata ottima: sono pervenute in tutto 281 opere poetiche!

premiazione del concorso di poesia giovanile francesca randi di padova

Difficile scegliere le migliori, dunque, per la giuria presieduta dal poeta Rodolfo Vettorello (vincitore di numerosi premi fra cui il prestigioso Milano Duomo) e composta da altre personalità fra le quali il dirigente dell’Istituto Francesco Arnau,  Caterina Arcaro Franch della Casa Editrice Kite di Piazzola sul Brenta, Ferruccio Cremaschi della Casa Editrice Junior di Bergamo, Bruna Coscia Presidente dell’Associazione Cuore di Carta di Rovigo, Francesco Pavan presidente del Consiglio di Quartiere Padova 5 Sud-Ovest , oltre genitori e docenti dell’XI Istituto, attori e registi teatrali, librai, bibliotecari per un totale di ventidue membri.

premiazione del concorso di poesia giovanile francesca randi di padovaUn momento speciale durante la cerimonia è stato quello della premiazione di Momo, giovane artista di terza elementare, che ha dedicato le sue riflessioni poetiche alla sua città di origine: Gibuti, capitale dell’omonimo stato africano. Ecco il testo della poesia:

Io non ho solo Padova:
sotto sotto nel mio cuore
ho un’altra città.
In un altro continente
a forma di cuore:
nel Corno d’Africa
si chiama Gibuti.
Gibuti è una bella città
ha un bel mare verde
come uno smeraldo
e c’è anche un’isoletta.
Non lo scorderò mai
perché lì sono nato.

Complimenti Momo, per la poesia e per il tuo intervento, in cui hai ricordato a tutti che sei pronto per altri infiniti traguardi!

A Momo e agli altri vincitori andranno dei testi di letteratura l’infanzia e l’adolescenza messi a disposizione dalle case editrici citate, dalla libreria Pel di Carota di Padova e dal CESP (Centro Studi per la Scuola Pubblica di Padova). Appuntamento al prossimo anno con una nuova edizione del premio Francesca Randi!

 

Scarica l’antologia con una selezione di poesie vincitrici