“Ci sono due pensieri che mi tormentano – disse la Regina Eva XXIII alla vecchia Nutrice – da quando sono stata detronizzata e rinchiusa in quest’ala del Formicaio. La prima è che più ci penso e più sono convinta che il racconto della povera formica Ritrovata era vero e che è stata uccisa ingiustamente. Ma se le cose che lei ha visto sono vere, allora vuol dire che quello che sostiene la Santa Ma-Ma e la sua Armata è sbagliato e non c’è nessuna Dea Formica che ha creato il Mondo e nessun Grande Formicaio Primordiale in cui vanno a finire le formiche dopo la morte.”

“Sorella, – rispose la Nutrice – e ti chiamo sorella perché, anche se tu sei Regina ed io una semplice Operaia, siamo nate dalla stessa madre, la Regina Eva XXII che ha regnato prima di te. Sorella, io non so se esiste o no una Dea Formica, ma se esiste ed ha creato il nostro Mondo e noi Formiche Parlanti e pure il Mondo oltre il Mare Infinito e tutti gli esseri mostruosi che ha descritto Ritrovata, di una cosa sono certa: che una Dea così potente avrebbe sicuramente tante cose molto più importanti da fare che stare tutto il tempo a spiare noi Formiche Parlanti per vedere se la onoriamo e se ubbidiamo agli ordini della Santa Ma-Ma. Ma tu hai detto che ci sono due pensieri che ti tormentano. Il primo me l’hai detto. Qual è il secondo?”

“Il secondo è che da quando mi è stato tolto il governo delFormicaio ho visto scoppiare molte guerre contro i formicai vicini che hanno portato alla morte di milioni di formiche ed alla distruzione di tante risorse. E mi domando quale è la causa di tutte queste guerre e se si può fare qualcosa per evitarle.”

“Anche io mi sono chiesta il perché di tante guerre – rispose la Nutrice – e sono arrivata alla convinzione che all’origine di ogni guerra c’è la lotta tra le Armate della Sacra Istruzione dei diversi formicai, ciascuna delle quali vuole imporre alle altre il suo Sacro Racconto della Creazione del Mondo, la sua idea della Dea Creatrice, i suoi rituali e le sue leggi, insomma la sua Religione. Anche quando regnavi tu, se ti ricordi, sembrava che le ragioni per fare le guerre fossero altre, ma in realtà era la Santa Ma-Ma e la sua Armata che giustificavano queste guerre, dicendo che era il volere della Dea Formica. E da quando hanno preso il potere le cose sono molto peggiorate.”

“Hai ragione. È proprio così. Spingono le nostre combattenti a sacrificarsi e a morire, facendo credere che la Dea le accoglierà dopo morte nel Grande Formicaio Primordiale. Ma siamo sicure che esista davvero il Grande Formicaio Primordiale? Nessuno può dirlo con certezza, ma se non ci fosse? Se fosse tutta un’invenzione della prima Santa Ma-Ma?” disse la Regina scuotendo la testa.

“Morirebbero per niente! – disse la Nutrice – Infatti non abbiamo alcuna prova che esista.” “Dobbiamo fare qualcosa. Non possiamo permettere che le Formiche Parlanti continuino a combattersi e a sterminarsi tra loro per questi stupidi motivi. Se esiste una Dea Creatrice, non può volere che ci si uccida in suo nome, ammesso che si accorga di noi che siamo così piccole anche rispetto al Mondo che noi conosciamo. Se poi non esiste, allora non ci sarà neanche il Grande Formicaio Primordiale e diventa ancora più assurdo farsi uccidere per una cosa che non c’è. Purtroppo non possiamo parlare di queste cose apertamente perché altrimenti saremmo accusate di malvagità e di eresia e uccise. Le formiche sono educate fin da piccole dalle Maestre dell’Armata della Sacra Istruzione e credono ciecamente a quello che dice la Santa Ma-Ma e le ubbidiscono per paura di dispiacere alla Dea Formica e di essere a loro volta accusate di eresia. Ma qualcosa dobbiamo fare!”

“Hai ragione, mia Regina – rispose la vecchia nutrice – Ci penserò. Anche io voglio trovare una soluzione, perché ho visto morire tante, troppe Formiche Parlanti che avevo allevato con tanto amore.”

 

Continua…