E chi se l’aspettava…. dal trailer ti prospettano un film altamente spettacolare e pieno di effetti speciali ed invece ti trovi di fronte un uomo ragno romantico ed a tratti struggente…Bella sorpresa, perché questo rifacimento del primo Spiderman aveva bisogno di novità per non rischiare di essere l’ennesimo sfruttamento commerciale di un personaggio dei fumetti Marvel.

Ottima la scelta di tutti gli attori, perfetti nella loro parte, e bella la parte iniziale che ricostruisce l’infanzia non proprio bella di Peter Parker.

Andrew Garfield ed Emma Stone hanno un’ottima intesa (pare che ora stiano insieme anche nella vita) e gli zii di Peter Parker (Sally Field e Martin Sheen) sono più credibili di quelli presenti nello Spiderman di Sam Raimi.

Per non spaventarvi, vi dico che comunque questa pellicola è altamente spettacolare ma c’e’ anche la giusta attenzione alla psicologia dei vari personaggi. Spesso quando i fumetti arrivano sul grande schermo hanno la consistenza emotiva dei fogli di carta in cui sono scritti, ed il risultato non può che essere pessimo. Come in cucina, non si può preparare una buona pietanza senza i giusti ingredienti, così nel cinema non si può e non si deve realizzare un’opera senza tenere conto di tutte le componenti (sceneggiatura, regia, scelta degli attori, fotografia, colonna sonora etc..).

Nel film c’è una bellissima citazione cinematografica, vi sfido a trovarla (scrivete nei commenti quale è secondo voi).

Oltre ai fan dell’uomo ragno “The amazing Spiderman” piacerà anche a coloro che non amano e/o non conoscono il fumetto. Perché? Perché è  “troppo romantico” (citazione di ….. rispondete anche a questo se volete).

 

Giudizio complessivo: 7.5