La moda di mascherarsi come il proprio personaggio preferito di cartoni e fumetti contagia grandi e piccini di ogni età.

I cosplay sono delle persone che, in determinate occasioni, scelgono di indossare i panni dei loro beniamini preferiti. Non importa se essi provengano da un film o un manga, l’obiettivo è riuscire a essere identici agli originali. Ci vogliono giorni di preparazione per realizzare il costume giusto, ore per avere il trucco esatto, il tutto per interpretare al meglio il proprio personaggio. Una sorta di carnevale, ma molto più impegnativo e particolare.

La storia dei cosplay deriva dall’origine etimologica della medesima parola: si tratta dell’unione di due termini inglesi costume (costume) e play (gioco o interpretazione). Dunque, indica la volontà di una persona di interpretare un soggetto indossando il suo stesso costume o almeno uno molto simile all’originale.

Il fenomeno cosplay nasce in America durante alcune convention, riguardanti proprio i travestimenti dei fan di film famosi. Con il passare degli anni, questa moda ha cominciato a estendersi in tutto il mondo, con ragazzi e adulti pronti a indossare i panni di supereroi, personaggi di serie tv e cartoni, ecc. In Italia le prime apparizioni di questo genere arrivano negli anni ’90, in occasione delle principali Fiere del Fumetto, tra cui il celebre Lucca Comics & Games.

Così ogni occasione a tema comics, diventa il momento giusto per smettere di indossare gli abiti normali e per un giorno essere Harry Potter, Rufy cappello di paglia, Goku, Daenerys Targaryen, Spiderman e molti altri. L’importante è realizzare il proprio costume e fare in modo che si avvicini tantissimo all’originale. Naturalmente ci sono personaggi che sono i più interpretati, perché sono famosissimi e più ricercati. Ma la sfida è proprio nel vedere chi riesce ad avere il cosplay più originale rispetto agli altri.

Un modo per divertirsi a essere il nostro personaggio preferito, circondati da altre persone amanti del genere. Dopo tutto, chi non ha mai sognato almeno una volta di essere il protagonista di un cartone o un film?