Oltre 450 le spiagge coinvolte, 120.000 i posacenere tascabili distribuiti, 1.000 i volontari impegnati nella campagna, 2,8 milioni i mozziconi raccolti nei posacenere. Questi i numeri della campagna “Ma il mare non vale una cicca?” promossa dall’associazione Marevivo, e in programma i prossimi 1 e 2 agosto nelle spiagge di tutta Italia.

campagna marevivo portacicche copiaIl progetto, giunto alla settima edizione, nasce per proteggere il mare dall’abbandono dei mozziconi di sigaretta, un vero e proprio rifiuto che danneggia l’ecosistema marino in maniera profonda. Infatti, il tempo necessario per smaltire un mozzicone di sigaretta va da 1 a 5 anni. Un problema solo apparentemente limitato, ma che se considerato non su base individuale ma a livello aggregato raggiunge dimensioni davvero importanti. Per arginare gli effetti della trascuratezza dei fumatori, la campagna prevede la distribuzione di piccoli “portacicche” in plastica lavabile e riutilizzabile. Essi saranno consegnati nelle mani dei fumatori da esperti volontari, al fine di sensibilizzare le persone sul tema del corretto smaltimento delle (apparentemente innocue) cicche. 

Testimonial dell’edizione 2015 è Federica Pellegrini, oro olimpico a Pechino 2008 e prima nuotatrice italiana a vincere la medaglia dal metallo più prezioso ai Giochi, che, dopo aver dimostrato un feeling davvero speciale con il mondo dell’acqua, ha deciso di sostenere la campagna, condividendo l’impegno di Marevivo a difesa del mare italiano.