Edizione straordinaria e speciale di “Fa’ la cosa giusta!”. La fiera italiana della sostenibilità cambia look, o meglio, location e per si sposta a Torino dal 17 al 18 ottobre al Lingotto Fiere. Come mai questa novità? Fa’ la cosa giusta avrà questa speciale edizione in occasione del Forum dello sviluppo economico locale, organizzato da UNDP, il programma delle Nazioni Unite dedicato allo Sviluppo.

Come sempre la fiera è organizzata da Terre di Mezzo Editore. Il programma, anche in questo caso è ricco e riguarda tantissime tematiche: cibo e alimentazione, commercio equo e solidale, infanzia, sostenibilità, turismo consapevole e tanto altro. Cambiando location però si darà molto rilievo alla realtà piemontese, ma come sempre anche le altre regioni del Belpaese avranno una buona dose di rappresentanza.

Importante progetto che verrà presentato in anteprima è la proposta di Maramao start-up della Cooperativa sociale “Crescere insieme” che mira a rendere pratica l’idea che i rifugiati possano essere una risorsa per lo sviluppo locale. Un progetto Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) che accoglie adulti e minori non accompagnati in un’azienda agricola specializzata nella produzione e trasformazione di uva, nocciole, frutta secca e cereali.

Un’esperienza totalmente sensoriale è quella offerta dall’Unione Italiana Ciechi con Dark on the Road una speciale roulotte-bar in cui si serviranno vino e bevande a filiera corta rigorosamente al buio. I visitatori saranno accompagnati e serviti da camerieri ciechi e ipovedenti, per un’esperienza guidata da gusto, tatto e olfatto.
Per gli amanti della moda un workshop di “lettura” delle etichette dei vestiti organizzato da Sartoria Errante che condurrà anche un laboratorio su come trasformare e rinnovare gli abiti del proprio guardaroba. E ancora sempre a proposito di moda, un workshop su come tingere i capi con colori ricavati dalle piante prendendo spunto dal libro “Tinture naturali” edito da Terre di mezzo. Non mancheranno le letture per i bambini con l’Associazione Città incantate e un laboratorio, sempre dedicato ai più piccoli, per imparare ad andare in bici e a rispettare le regole della viabilità, sulla ciclopista “Bici e dintorni” organizzata da FIAB Torino.

Questa è solo una parte di quello che potrete “gustare” a Fa’ la cosa giusta e non dimentichiamo che i minori di 14 anni non pagano l’ingresso.