Dopo aver capito la differenza tra i diplomi liceali, tecnici e professionali, mi sembri già più sicuro della scelta che stai per fare, hai proprio l’espressione convinta… beh, forse convinta proprio no…, magari pensosa…, perplessa? non sarà ancora preoccupata, vero? Stai tranquillo, hai ancora un po’ di tempo per decidere! Scopriamo insieme qualcosa di più sui licei e sulle novità introdotte dalla Riforma!

Come, ormai, saprai tra gli indirizzi liceali hai un’ampia varietà di scelta, ci sono ben sei indirizzi:

– Liceo Classico

– Liceo Scientifico

– Liceo Linguistico

– Liceo delle scienze Umane

– Liceo Artistico

– Liceo Musicale o Coreutico

Tutti interessanti e molto differenti tra loro, ma in concreto il prossimo anno che cosa andrai a studiare? e quali competenze acquisirai al termine di ogni percorso? Cominciamo con il liceo per definizione: “il Classico”.

 

Liceo Classico

Gli studi classici ti daranno la possibilità di approfondire gli aspetti linguistici, letterari, artistici, storici e (prendi nota…) scientifici della civiltà occidentale, attraverso lo studio diretto di opere, documenti, anche nelle lingue classiche: greco e latino. Grazie allo studio della filosofia e delle scienze sarai in grado di interpretare, risolvere diverse tipologie di problemi e argomentare efficacemente le soluzioni. Non ti basta? Avrai strumenti utili per interpretare criticamente la realtà, che ti circonda!

Sì, hai ragione belle parole, ma nei prossimi anni, che materie dovrai studiare? Approfondirai lo studio della lingua e letteratura italiana e di una lingua straniera, della storia e della geografia, delle scienze naturali e della matematica… Sì, non avrai creduto, che scegliendo studi di indirizzo umanistico avresti smesso di litigare con l’algebra e la geometria! Non sarai tra quelli che scelgono di studiare greco e latino, perché sono allergici alla matematica? Beh! Mi dispiace darti una brutta notizia: anche al liceo classico studierai matematica per tre “lunghissime” ore a settimana, se può consolarti questo avverrà solo per i primi due anni, poi le ore saranno ridotte a due! Va un po’ meglio, vero?

Rispetto al liceo classico che hanno frequentato i fratelli maggiori e i tuoi amici un po’ più grandi, non ci sono stati grandi cambiamenti, il primo biennio continua a chiamarsi ginnasio e varierà solo il numero di ore di lingua italiana. La lingua straniera e le materie scientifiche avranno un maggior peso nei cinque anni. Di seguito c’è una tabella che riporta il numero di ore delle materie che studierai il prossimo anno:

Orario settimanale IV-V ginnasio 1°-2° e 3° liceo

Orario settimanale IV-V ginnasio 1°-2° e 3° liceo 

Materia Ore settimanali Ore settimanali
Lingua e letteratura italiana 4 4
Lingua e letteratura latina 5 4
Lingua e letteratura greca 4 3
Lingua e cultura straniera 3 3
Storia 3
Storia e geografia 3
Filosofia 3
Matematica 3 2
Fisica 2
Biologia e Chimica 2 2
Storia dell’arte 2
Scienze motorie 2 2
Rel. Cattolica o Attività alternative 1 1
 

Totale orario settimanale

 

27

 

31

Per darti un’idea più realistica di quello che affronterai per 33 settimane, questo è l’orario settimanale di un ragazzo che frequenta il IV ginnasio in un liceo di Roma:

lun mar mer giov ven sab

lun mar mer giov ven sab
8.15 inglese italiano greco italiano matematica italiano
9.15 matematica italiano greco latino latino storia
10.10 biologia chimica italiano latino greco geografia
11.25 religione latino inglese Sc. motorie storia greco
12.15 latino inglese Sc. motorie

Non sembra troppo elevato il numero di ore per ogni disciplina (eccetto per matematica…), ma non farti ingannare, saranno intense sia a scuola che a casa. La quantità e, soprattutto la qualità dello studio, che dovrai affrontare sarà alta se vorrai portare a termine il percorso di studi con soddisfazione! Ora, però, non spaventarti! Devi essere consapevole di ciò che dovrai affrontare per fare una scelta da grande!