Si chiama Landfill harmonic ed è un’orchestra tutta speciale. E’ stata fondata a Cateura, un villaggio del Paraguay molto povero, circondato da discariche di rifiuti. Qui la buona volontà del maestro di musica Fabio Chavez ha dato il là ad un progetto che ha dell’incredibile: mettere su un’orchestra di giovani musicisti utilizzando strumenti ricavati dalla spazzatura al posto dei costosi strumenti tradizionali.

Infatti, poiché non c’erano soldi per gli strumenti reali, hanno iniziato a costruirli usando la spazzatura: violini e violoncelli da fusti di olio, flauti da tubi di acqua e cucchiai, chitarre da casse da imballaggio.

Come dicono essi stessi, “il mondo ci invia spazzatura, noi rendiamo indietro musica“.

Il progetto, a cui ha collaborato anche il direttore d’orchestra Luis Szaran, ha avuto ampia visibilità nei media, locali e internazionali. Al punto che, in una recente raccolta fondi organizzata sul sito di crowdfunding kickstarter, in soli 47 giorni, sono stati raccolti quasi 215.000 dollari che serviranno a produrre un film sull’orchestra e a finanziare un tour internazionale.

Insomma, teneteli d’occhio che presto scaleranno le classifiche, continuando a trasformare in umanità e bellezza i rifiuti e gli scarti di un mondo sprecone da ripensare in fretta.