In corso in questi giorni, a Frascati, “Ricerca, accoglienza, irriverenza“, evento dedicato alla lettura e alla letteratura per l’infanzia. Giunta all’VIII edizione, la manifestazione si conferma punto di riferimento per il territorio dei Castelli Romani (e non solo) per tutto ciò che ruota intorno al ruolo della lettura nella crescita dei giovani delle scuole primarie e secondarie. La manifestazione, infatti, vede i ragazzi e le ragazze degli istituti locali non solo pubblico di riferimento ma veri e propri protagonisti. Essi infatti vengono coinvolti in una serie di attività ad alto tasso di partecipazione e di “vivacità”.

Tra queste, citiamo -visto che ci riguarda in quanto coordinatori del progetto- il laboratorio di giornalismo, che permette a più di venti studenti di raccontare ciò che succede durante la manifestazione stessa. I loro articoli e le loro fotografie rappresentano il frutto di queste esperienze che -da quello che siamo riusciti a carpire rispetto ad un’attività ancora “in progress”- rappresentano momenti di apprendimento e di piacevole lavoro di gruppo, fuori dallo standard delle lezioni frontali. Per questo, li pubblichiamo volentieri e vi invitiamo a leggerli. Questi piccoli reporter vanno sicuramente incoraggiati. Condividete i loro articoli su facebook!

 

Il giorno 10 marzo 2014 presso le scuderie Aldobrandini di Frascati, nell’ambito della manifestazione “Accoglienza, Ricerca, Irriverenza”, si è svolta la premiazione alla carriera della giornalista e scrittrice Mirella Delfini. Era presente un pubblico molto numeroso, interessato ed entusiasta, ed alcune autorità tra cui il sindaco Stefano Di Tommaso, il professore Giovanni Moretti dell’Università Roma Tre, i dirigenti scolastici degli I.C. di Frascati: Paola Felicetti e Giovanni Torroni, la professoressa Clara Gratton, che è tra le organizzatrici dell’ iniziativa sulla lettura e sulla letteratura per l’infanzia.

Esordiscono, con canti corali, i bambini di alcune classi della scuola primaria di Villa Sciarra, diretti dal maestro Giuseppe Sellari. Interviene il professor Moretti che spiega il significato del titolo dell’iniziativa, soffermandosi sul termine “irriverenza”, come “il non seguire le regole”. Irriverente è anche Mirella Delfini, così come emerge dalla lettura di alcuni brani autobiografici del suo libro “Andrà tutto bene”, letti da alcuni alunni della 2°F.

Gli studenti Andrea ed Edoardo, proseguono la lettura con alcune pagine di “Vegetale sarai tu”. Segue la proiezione di slides sul mondo vegetale, sulla sensibilità ed intelligenza delle piante, su studi eseguiti da un neurobiologo, Stefano Mancuso. Simpaticissima la partecipazione della classe 1°B della scuola media Tino Buazzelli che ha presentato un breve sketch riguardante un vero e proprio processo tra umani e vegetali in cui le piante accusano gli uomini del reato di diffamazione, cioè di usare i loro nomi per fare paragoni a volte offensivi come: zuccone, carciofo, testa di rapa…

Divulgare la scienza con ironia è la vera invenzione di Mirella Delfini, anche per questo ha ricevuto il premio dal sindaco. L’autrice invita tutti a riflettere sul valore dell’amore universale, a partire dai bambini. A questo proposito recita un dialogo immaginario con una pianta di basilico interpretata da Ruben, un alunno di Frascati, suo collaboratore nella stesura del suo prossimo libro. La manifestazione si conclude con un omaggio floreale alla scrittrice e canti corali su testi di Rodari e altri autori.

Prossimo importante appuntamento sulla letteratura a scuola sarà la prima settimana di maggio: si svolgeranno eventi sulla “forza della poesia” attraverso letture, incontri, dibattiti, mostre e laboratori sulla poetessa americana Emily Dickinson.

A cura di Francesco e Marta (IV elementare), Andrea, Ilaria,  Erika, Noemi, (V elementare) (I.C. Frascati 1, Scuola Primaria)

Foto di gruppo Andrea, Francesco, Ilaria,Erika, Noemi, Marta copia