Giunta all’ottava edizione, M’illumino di meno è un’iniziativa dedicata al risparmio energetico e alla razionalizzazione dei consumi. Promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar (in onda ogni pomeriggio su Radio2), negli anni ha conquistato un numero di adesioni sempre maggiore e un ruolo importante tra gli eventi a sostegno della cultura ambientale.

L’evento ha un proprio inno ufficiale e un decalogo delle buone abitudini da seguire per un’esistenza più “illuminata”:

1. spegnere le luci quando non servono

2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici

3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria

4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola

5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre

6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria

7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne

8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni

9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni

10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

Oltre all’inno ufficiale ci sono poi i “M’illum-inni”, brani originali di ogni genere musicale, ispirati al decalogo energetico e composti da professionisti o da musicisti amatoriali, che hanno partecipato alla gara per la selezione dell’inno ufficiale della campagna. Alla redazione della trasmissione ne sono arrivati oltre cento!

In Italia, quindi, il 17 febbraio si spegneranno migliaia di edifici come segno di partecipazione all’iniziativa. I Comuni di città come Milano, Pisa, Firenze, Torino, Venezia, Roma, Napoli, Palermo, Cagliari, Catania hanno infatti aderito a M’illumino di meno assieme a molte associazioni e semplici cittadini.