Arriva da Tokyo ed è dotato di un’intelligenza artificiale in grado di percepire le emozioni umane di chi gli sta accanto.

In Giappone è stato appena presentato Lovot, il robot che rende felici. Non si tratta di un semplice giocattolo, ma del risultato di un’intelligenza artificiale che riesce apercepire tutte le emozioni umane. L’obiettivo è semplice: se Lovot sente di avere accanto a sé una persona triste, il suo compito è cercare di farla sorridere.

Un’idea messa appunto da alcuni esperti di robotistica di Tokyo per far interagire coloro che si trovano in una situazione difficile, con uno strumento tecnologico in grado di recepire le loro sensazioni. Come se i soggetti stessero interagendo con un cucciolo o un bambino.

Il nome di Lovot nasce dall’unione di due parole “love”(amore in inglese) e “robot”, ed è stato progettato proprio per simulare le emozioni umane. Infatti, basta trovarsi accanto a lui e subito cercherà di migliorare l’umore, semplicemente abbracciandolo o accarezzandolo. Inoltre, è dotato di ruote e individua le persone attraverso una videocamera termica che gli consente di percepire le emozioni dei soggetti.

Grazie al suo peso di 3kg, può essere tranquillamente preso in braccio quando alza le mani e addirittura ha una serie di accessori per vestirlo e coccolarlo. Sarà come avere un bambino speciale che gira per casa, ma desideroso di dare il proprio affetto.

Lovot arriverà sul mercato mondiale a partire dagli inizi del 2020, ma è già possibile prenotarlo al costo di 349 mila yen, ovvero circa 2.700 euro. Chissà se anche lui entrerà presto nella lista dei regali di Natale da ricevere…