La Melevisione è stato il programma televisivo che per eccellenza ha rappresentato l’infanzia della maggior parte di coloro che sono nati tra la fine degli anni 90 e gli anni 2000. Inizialmente veniva trasmesso su Rai 3 durante il pomeriggio ed era incentrato sulle avventure di un gruppo di personaggi appartenenti al mondo delle fiabe.

Come dimenticare i grandi protagonisti che ci hanno accompagnato durante le merende pomeridiane: dal folletto Tonio Cartonio e il suo chiosco di bevande, il luogo più importante di tutto il Fantabosco; al Lupo Lucio, sempre pronto a combinare guai. E poi ancora la Principessa Odessa, il Principe Giglio, Fata Lina, fino a arrivare ai più recenti come Milo Cotogno, Cuoco Danilo, ecc.

La Melevisione era principalmente dedicata ai bambini ed era in grado di portarli all’interno del suo mondo incantato, facendoli divertire con le sue storie e aiutandoli a creare oggetti con la carta e le immancabili forbici con la punta arrotondata.

Ma non solo, il programma cercava di parlare ai più piccoli, spiegando loro temi forti e attuali: dal razzismo al lutto, dalla violenza nelle sue varie forme all’importanza della scuola. Argomenti che spesso i genitori e gli insegnanti faticano a raccontare ai bambini, proprio perché possono avere un imbatto brusco. Eppure la Melevisione, grazie alla bravura e alla sensibilità del suo cast, è riuscita a toccare ciascun tema e a farlo arrivare al suo pubblico con il giusto tatto.

In occasione del suo 20° anniversario, Rai yoyo ha deciso di trasmettere una maratona di 13 puntate, tra cui molte dedicate a temi delicati. Grazie a ciò, i fan del programma hanno potuto non solo ricordare i bei momenti insieme, ma soprattutto hanno iniziato sui social network una campagna per ripristinare la Melevisione e continuare a mandare in onda il programma durante i pomeriggi.

Naturalmente è possibile rivedere tutte le puntate della Melevisione accedendo alla piattaforma streaming della Rai. Un modo per tornare ancora una volta a essere bambini e continuare a vivere le emozioni che solo il Fantabosco sa come regalare.