Articolo frutto del laboratorio di giornalismo “Io Scrivo”. Classe 4 D e 4 A della primaria del I Ist. Comprensivo di Frascati.

 

Il 21 aprile 2015 le classi quarte della Scuola Primaria E.Dandini, sono uscite per andare a Roma a visitare i Musei Vaticani. Appena arrivati, tutti i bambini sono stati dotati di auricolari e audioguida. Questo perché Roma è una città inquinata acusticamente, infatti, tanti sono gli elementi di disturbo che non permettono ai turisti in giro per la città di sentire le guide. L’inquinamento acustico è causato da un’eccessiva esposizione di suoni e rumori di elevata intensità. Può provocare stress psicologico, irritabilità e sordità. Le cause possono essere industrie, fabbriche, aeroporti, ferrovie, autostrade…..
L’inquinamento acustico coinvolge sia ambienti esterni, sia quelli interni. Nell’ambiente casalingo può essere combattuto con l’utilizzo di diversi materiali per l’insonorizzazione. In ambiente esterno, invece, almeno per quanto riguarda i sistemi di trasporto, potrebbe essere abbattuto con la diffusione delle vetture elettriche.

In realtà, già nel 1995, si è sentito il bisogno di inserire una legge sull’argomento. Nell’art. 2 della legge 447 si legge: “l’introduzione di rumore nell’ambiente abitativo e nell’ambiente esterno tale da provocare fastidio o disturbo al riposo ed alle attività umane, pericolo per la salute umana, deterioramento degli ecosistemi dei beni materiali, dei monumenti, dell’ambiente abitativo o dell’ambiente esterno o tale da interferire con le legittime fruizioni degli ambienti stessi”.
Anche dalla legge emerge che gli effetti dell’inquinamento acustico sono spaventosi. Pertanto, meno inquinamento acustico si genera migliore sarà la qualità della vita.

Nicole Mariotti  4 A, Francesco Forti 4 A, Claudio Minardi 4 D, Ludovica Ceraglia 4 D.