“UACK! Paperino ha 80 anni?” Espressione che calza a pennello quando si scopre la veneranda età del famoso Donal Duck. Subito dopo però la sorpresa lascia spazio ad un gentile: “Per tutti i paperi, se li porta bene!”.
Paperopoli, anzi, l’intero mondo si prepara a festeggiare il simpatico e sfortunato papero.
È la fantasia di Walt Disney a partorire Paperino che il 9 giugno del 1934 fa la sua prima apparizione cinematografica. Il suo amico Topolino gli fa un grande regalo cedendogli un intero numero del settimanale modenese, il 3054 sarà completamente nelle mani di Donal Duck. Cosa combinerà il Papero? Ne vedremo delle belle. In edicola dal 4 giugno, Paperino ne sarà il direttore, si occuperà della posta, delle interviste e scriverà perfino l’editoriale.

Topolino 3054 è una vera chicca per gli amanti del fumetto e dei collezionisti. Speciale la copertina firmata dal maestro Giorgio Cavazzano ispirata alla nota locandina dello storico cortometraggio Steamboat Willie che lanciò il successo di Topolino. “Per festeggiare il compleanno del personaggio più amato dai nostri lettori” ha dichiarato il direttore del settimanale Topolino, Valentina De Poli, “abbiamo provato a immaginare che cosa sarebbe potuto accadere al nostro giornale se il famoso battello del cortometraggio ‘Steamboat Willie’, che ha portato fama e gloria al personaggio di Topolino, fosse stato pilotato da Paperino. Un ‘divertissement’ suggellato dall’immagine di copertina, che vede il festeggiato simbolicamente al timone del nostro settimanale al posto di Mickey Mouse, e dai contenuti direttamente firmati con la… zampa di papero. A rendere ancor più eccezionali i festeggiamenti, abbiamo chiesto a grandi artisti non disneyani di regalarci la loro visione di Paperino: il risultato sono 17 illustrazioni inedite e personalissime ma, comunque, a misura di papero. Una nuova testimonianza del motivo per cui questo personaggio è uno dei più amati dal pubblico di ogni età: c’è davvero un po’ di Paperino in ognuno di noi, anche nei grandi artisti”.

Il numero 3054 conterrà quattro nuove storie a fumetti completamente dedicate a Paperino. Non poteva mancare la classica storia a bivi, Paperino 6 unico, un modo per mettersi nei panni del papero e cimentarsi con le sue scelte di vita. In più una storia scritta da Tito Faraci insieme con il filosofo della scienza Giulio Giorello e disegnata da Silvia Ziche, La filosofia di Paperino e un’altra avventura, nata da un’idea a sfondo ambientalista dell’attrice Paola Cortellesi  che per l’occasione “promuove” Paperino alla carica di Gran Mogol. Una sezione del magazine, infine, è dedicata agli esclusivi omaggi a Paperino di grandi illustratori e fumettisti, tra cui Bozzetto, Manara, Silver, Dell’Otto, Zerocalcare e Baronciani, inframmezzati dalle “one-page” a fumetti che propongono gli auguri personali di Zio Paperone, Topolino, Super Pippo e Paperoga.