Oggi è San Giorgio! Molti di voi penseranno, “Ok, tanti auguri a Giorgio”, nulla di più vero, ma il 23 aprile è soprattutto la Giornata Mondiale del Libro e del diritto d’autore (senza nulla togliere a Giorgio).

Istituita nel non troppo lontano 1996 per volontà dell’Unesco, l’idea venne, nell’invece piuttosto lontano 1926 da re Alfonso XIII, che fissò per il 7 ottobre una giornata del libro spagnolo, successivamente spostata al 23 aprile giorno del patrono della Catalogna, San Giorgio, appunto.
E se a San Giorgio è tradizione, in Spagna, che gli uomini regalino una rosa alle donne, tale consuetudine viene adottata da tutti i librai che offrono il gentile omaggio a chi acquista un libro.

Dalla Spagna al resto del mondo, la Giornata Mondiale del Libro è ormai di tutti, con iniziative culturali promosse in tutto il resto del Globo. E se ogni anno l’Unesco nomina la Capitale Mondiale del libro, quest’anno Bangkok, il resto del mondo si fa a modo suo piccola capitale dei libri. In Italia il 23 aprile segna l’inizio del Maggio dei Libri,  promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali in collaborazione con l’Associazione Italiana Editor, il cui tema centrale quest’anno è “i lbri fanno crescere”. Così tanto spazio ai ragazzi e i bambini, i lettori del futuro.

Tra le tante iniziative di oggi, mi piace indirizzarvi verso “Pagine viaggianti”, promossa dall’associazione culturale Libra 2.0 e accolta dall’azienda dei trasporti di Roma, l’ATAC. Bookcrossing nelle stazioni Cornelia (metro A) e Santa Maria del Corso (metro B), così chi entrerà o uscirà dalla metro avrà una gradita sorpresa trovando ai tornelli personale di Libra o di ATAC che accoglieranno tutti coloro i quali vorranno prendere o rilasciare in cambio un libro.

Oggi più degli altri giorni, dunque, Have a book day! E… auguri anche a Giorgio!