Dopo il successo della prima edizione torna a Lucca dal 20 al 25 febbraio il Festival della Didattica Digitale, che si propone come percorso attraverso l’innovazione tecnologica e didattica, opportunità unica di formazione per docenti e ragazzi, con oltre 180 eventi completamente gratuiti tra laboratori, talk e conferenze.
La rassegna ha debuttato nel 2016 imponendo un nuovo format tra i vari festival nazionali dedicati alla Scuola ed è organizzata dalla Fondazione UIBI col sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e in collaborazione con Indire (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa), partner scientifico della manifestazione.
Tema al centro di questa seconda edizione i cosiddetti “Saperi pratici”, i know-how oggi indispensabili per favorire l’accesso alla conoscenza: un argomento di grande attualità su cui la Fondazione UIBI ha concentrato il proprio impegno nell’ultimo anno e che costituisce il filo conduttore dei molti appuntamenti del Festival, approfondimenti di tematiche trasversali alle “competenze digitali dei docenti”.
In pratica veri e propri pacchetti di formazione tematici suddivisi in tre macro-sezioni principali: Didattica, Ricerca e Bump.
Nella Sezione “Didattica” saranno proposti workshop e conferenze sulle avanguardie educative con focus su metodologie didattiche innovative e sugli ambienti di apprendimento, ma di centrale importanza saranno gli appuntamenti legati al Next Learning che affronteranno i temi del marketing scolastico, degli ambienti di apprendimento e dei portali didattici. Ci sarà spazio anche per approfondimenti sulle attività didattiche avanzate (storytelling, libri digitali, cittadinanza digitale, realtà aumentata, design learning e altro ancora) e per le cosiddette “attività makers” in cui scuole di ogni ordine e grado saranno coinvolte in laboratori di robotica educativa per discipline STEAM (scientifiche e umanistiche), coding, tikering, ed elettronica educativa.
Sul fronte della “Ricerca” sarà invece centrale l’attività della Fondazione UIBI e della sua “creatura”, la Scuola Superiore San Micheletto, con particolari riferimenti al progetto Craft-ed, piattaforma web nata con l’obiettivo di studiare come l’accesso alla conoscenza sia implementato attraverso il coinvolgimento attivo delle persone in esperienze artigianali.
Grande novità è invece la sezione “BUMP” che si presenta come una serie di laboratori e conferenze tenute dalle più innovative start-up italiane in tema di portali didattici e realtà virtuale, selezionate attraverso un apposito contest.
Il Festival è un’iniziativa di aggiornamento riconosciuta dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana come attività di formazione; la partecipazione è completamente gratuita e prevede una preiscrizione sul sito www.festivaldidatticadigitale.it.