Nonno Rosenstein nega tutto è uno spettacolo teatrale che andrà in scena sabato 26 gennaio alle ore 21:00 presso la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino. Curata dalla Compagnia GenoveseBeltramo e interpretata da Viren Beltramo e Savino Genovese, racconterà la storia tratta dall’omonimo romanzo di Marco Bosonetto. Un evento unico per ricordare ancora una gli orrori delle deportazioni naziste durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale.

La storia di Nonno Rosenstein nega tutto racconta di un musicista che sopravvissuto a Auschwitz, si rende conto di non riuscire a sopportare tutto il dolore che ha vissuto nel campo di concentramento. Infatti, l’uomo vorrebbe cancellare i propri ricordi legati a quel periodo, ma a cercare di fargli cambiare idea c’è la nipote. La ragazza ritiene che per quanto dolorose siano, le memorie devono essere conservate altrimenti il rischio concreto è una loro caduta nell’oblio.

Attorno alle vicende di Nonno Rosenstein e di sua nipote, la musica fa da contorno all’intera scena. Quattro musicisti accompagnano lo spettacolo con l’uso di brani tipici della tradizione ebraica, interagendo con attori e pubblico in sala.

L’obiettivo dello spettacolo è portare alla luce il vero messaggio del romanzo: per quanto doloroso sia il ricordo degli orrori della Shoah, la forza della memoria deve essere superiore. Soltanto ricordando la tragedia del passato, non si rischia che proprio quel passato ritorni attuale e presente. Nel momento in cui si inizia a dimenticare, si costituisce un grave danno nei confronti di chi ha perso tragicamente la vita in quegli anni.

Nonno Rosenstein nega tutto vi aspetta presso la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino sabato 26 gennaio alle ore 21:00. Per informazioni sul biglietto e lo spettacolo potete contattare il sito ufficiale.